Classifica delle Compagnie di Assicurazione

Per conoscere meglio il mercato delle compagnie di assicurazione che operano in Italia.

Varie sono le classifiche che possono essere redatte nell’ambito delle compagnie di assicurazione.
Una classifica delle compagnie di assicurazione può basarsi sulla soddisfazione dei clienti, sul numero di clienti che l’hanno sottoscritta, sui costi della stipulazione del contratto, sulla qualità dei servizi offerti, sull’ammontare dei premi attribuiti, sui bilanci annuali, ecc.
Per stilare una classifica delle compagnie di assicurazione, comunque, si considerano generalmente diversi fattori. Innanzitutto non si tiene particolarmente conto del numero dei reclami in ottica di un declassa Infatti in una classifica di compagnie di assicurazione bisogna considerare che imprese con un alto numero di clienti devono affrontare certamente più frequenti contenziosi con gli assicurati.
Un fattore importante per acquistare punti all’interno di una classifica di compagnie di assicurazione potrebbe essere, invece, il modo in cui la compagnia assicurativa risponde agli eventuali reclami della propria clientela. Altro elemento che potrebbe costituire una nota di merito o demerito potrebbe essere la maggiore o minore affinità dell’impresa assicurativa con la transazione stragiudiziale. Bisogna poi considerare che alcune piccole imprese monopolizzano il dato dei casi non risolti e che, pertanto, l'alto numero dei processi è causato proprio da queste ultime.
Gli elementi che concorrono a formare una classifica di compagnie di assicurazione sono, quindi, molto eterogenei.
Vi sono classifiche che tengono in maggiore considerazione alcuni elementi, tenuti in secondo piano magari da altre.
Ci troviamo, allora, di fronte a classifiche di compagnie di assicurazione spesso molto diverse tra loro.
Così, tra le maggiori compagnie assicurative, quelle meglio piazzate nelle varie graduatorie risultano essere la Fondiaria-SAI, Allianz, Unipol, Direct Line, Generali.